Crea sito

Rossano Rubicondi

Rossano Rubicondi: “Sono rimasto solo e senza soldi”

 

Ricomincio da me. Mi sono girato, ho guardato i miei ultimi vent’anni di vita e ho in mano avevo poco, niente. Così ho aperto un’azienda di servizi.

A parlare così è Rossano Rubicondi, che racconta la sua nuova vita: si esibisce in un locale di Porto Cervo, all’ora di pranzo, cantando per i clienti. La sera fa intrattenimento al Billionaire oppure cucina e fa karaoke a domicilio nelle ville della Costa Smeralda. Sono lontani i tempi in cui era il “signor Trump”:

Non me ne vergogno. Cucino anche a domicilio. Questa è la mia nuova attività. Riparto da me stesso con queste piccole idee. Cetto, non vedo cifre alte, però tiro avanti. I soldi non danno la felicità.

Oggi Rubicondi, che è single, spera di riuscire a ricostruire la sua vita, partendo dalle cose davvero importanti:

Cerco qualcuno che mi voglia bene. Vorrei diventare padre, ma prima ho bisogno di una piccola sicurezza economica e che la salute mi assista. Non cerco le copertine, il denaro… Voglio la normalità, un lavoro normale, un abbraccio normale. Mi basterebbe poco, quel poco che però possa valere tanto nella vita di tutti i giorni.

Tra le lacrime racconta anche il periodo più buio che ha attraversato, pochi mesi fa:

Il momento più buio lo scorso Natale. Ero solo, senza lavoro, senza soldi. Uscivo anche da una storia d’amore drammatica. Poi, piano piano, ho cercato la luce dentro di me. Però quella sera ho capito di avere poco nella vita, pochissimo.

Ora, però, c’è solo la voglia di ricominciare, di risalire la china:

Quando cadi, puoi solo risalire. Ora sto provando a scalare la montagna. Ho toccato il fondo, ora però nessuno mi butterà giù. Rossano riparte da Rossano perché nella vita non si è mai davvero soli. Lì fuori c’è qualcuno che un abbraccio, se lo cerchi, te lo darà sempre.