Crea sito

Look: moda primavera/estate 2020

Quale sarà il look primavera/estate 2020?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pantaloni: da preferire modelli che siano capaci di esaltare la silhouette.

 

 

 

  • pantaloni a palazzo (I modelli del momento sono a vita alta e possono essere classici, casual o estremamente eleganti. Si può optare per pantapalazzo lisci a tinta unita oppure per creazioni fantasia da abbinare a qualcosa di semplice. In particolare, per quanto riguarda le nuance, possiamo scegliere il nero, fantasie floreali, righe multicolor oppure le cromie della terra. Per quanto riguarda il tessuto, è preferibile il cotone oppure il lino)

 

 

  • pantaloni a sigaretta e chinos (Questi modelli seguono alla perfezione la linea di cosce e gambe ma non sono particolarmente stretti alle caviglie, anzi restano dritti. Per quanto riguarda la chiusura, troviamo bottoni, zip o fascia elastica. Le tasche sui pantaloni a sigaretta non sono d’obbligo, mentre sui chinos tagliano verticalmente e di netto i fianchi. Ottimi per l’ ufficio o per il tempo libero. Da abbinare a décolleté, mocassini oppure a sneakers multicolor)

 

 

  • pantaloni culotte (Oltre ai modelli con fantasie a quadri o a fiori, possiamo scegliere anche modelli più semplici e basic, per utilizzarli in ogni momento della giornata. I culotte sono generalmente a vita alta e possono presentare anche una cintura che strizza il girovita e crea una sorta di riccio superiore)

 

 

 

 

  • pantaloni paperbag (Molto simili ai pantaloni culotte, disponibili anche nella versione più lunga filo-caviglia. Il particolare effetto “a sacchetto” ridisegnano la silhouette e le conferiscono un aspetto vintage)

 

 

 

  • pantaloni joggers (Presentano la gamba leggermente larga, la coulisse in vita e l’arricciatura sul fondo, che fa aderire il tessuto alla caviglia. Presentano delle bande laterali a contrasto, sia tinta unita sia fantasia, ma ci sono anche modelli molto più semplici e altri con trame all over. Tra questi non possono mancare i classici pantaloni delle tute, rivisitati dai grandi brand, facendoli risultare più “glamour” ed eliminando quello stile classico della tuta . Da abbinare alle sneakers)

 

 

 

  • pantaloni a zampa di elefante (Hanno la gamba stretta, che si apre sotto il ginocchio e ricopre totalmente o parte della scarpa)

 

 

 

  • pantaloni flared (Non sono eccessivamente svasati sul fondo. Esistono anche delle versioni cropped, che mostrano persino la caviglia)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vestiti: Paillettes e punti luce all-over, tessuti lurex e laminati, sete pregiate vivacizzate da giochi di contrasti intensi, dettagli anni ’80 e anni ’90 grintosi. Grandi volumi, stampe coloratissime, tagli cut-out e forme strutturate sempre più originali.

 

 

 

  • vestiti con strass e paillettes (Profonde scollature a V, scolli a cuore e bustier off-shoulders che lasciano le spalle nude. Si può optare per abiti da sera dall’elegante effetto degradé con inserti scintillanti oppure per modelli dall’ispirazione anni ’70 con motivi multicolor, in forme a colonna che delineano la silhouette. Applicazioni floreali oppure forme scivolate e plissettate)

 

 

 

  • vestiti corti (Tessuti plissettati, scolli halter e drappeggi intrecciati, abbinati a giochi cromatici estrosi: grandi protagonisti i toni metallici freddi)

 

 

 

  • vestiti corti eleganti (Modelli rivestiti di paillettes con balze e peplum sul punto vita. Si può optare per modelli più sbarazzini con frange, piume e plissettature stile anni ’20 oppure per modelli da red carpet, con toni fluo)

 

 

 

 

  • abiti corti da cerimonia (Si può scegliere tra modelli con forme a tubino fascianti impreziosite da strass e punti luce floreali oppure lo stile anni ’50 con abiti con gonna a ruota e stampe a fiori in toni pastello. Per i party più esclusivi arrivano i modelli corti davanti e lunghi dietro dalle trame floreali pastello)

 

 

 

  • vestiti con gonna in tulle (Di particolare rilievo sono quelli a pois, anni ’50. A a rendere gli abiti da sera più particolari ci sono corpetti gioiello monospalla, inserti floreali, sottogonna multistrato coloratissimi, grandi rouches scultoree, plissettature e giochi di trasparenze studiati ad arte)

 

 

 

 

  • vestiti con piume (Troviamo un mix anni ’20 e il periodo d’oro del jazz, degli anni ’80. Le piume danno volume ai corpetti in raso con ricami etnici, vivacizzano le code a sirena dei modelli da red carpet e decorano il punto vita delle forme scivolate anni ’40)

 

 

 

  • abiti da sera con gonna ampia (Gli abiti da sera con gonna ampia, o gowns, hanno classiche forme principesche decorate da inserti vistosi. I tessuti più scelti sono: seta, taffetà, raso, organza e mikado. Le forme più romantiche sono quelle molto ampie, con classico scollo a cuore e rouches decorative)

 

 

 

 

  • vestiti lunghi (Questo modello richiama la moda sportiva, ma con un mix di sartorialità e trasgressione)

 

 

 

 

  • abiti lunghi eleganti (Presentano ricami in stile bohemien, con un punto vita segnato da tagli, decori o cinture. Impreziositi dallo stile romantico, con tulle, pizzi e rouches. Preferibilmente in tinta pastello)

 

 

 

 

  • vestiti lunghi da sera e da cerimonia (Impreziositi da Cristalli, strass, punti luce, trasparenze e spacchi audaci. Sulle passerelle, i vestiti neri eleganti vengono vivacizzati da ricami gioiello a contrasto)

 

 

 

  • vestiti con spacchi (Per un un tocco intrigante e seducente, puntiamo su spacchi piccoli e discreti oppure alti, frontali o laterali. Per le occasioni da cocktail scegliamo abiti con dettagli cut-out e aperture sulla schiena abbinate)

 

 

 

  • vestiti con spalle scoperte (Il dettaglio spalle nude risulta molto seducente sia per raffinati abiti da cerimonia dal taglio asimmetrico di grande eleganza, sia per abiti da sera con incroci, scolli e grandi rouches per sottolineare il décolleté)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gonne: In denim, con ricami e applicazioni scintillanti, a ruota o a tubino con spacchi, con stampe floreali e geometriche multicolor.

 

 

 

  • gonna ruota (Le troviamo in tessuti di pregio come l’organza, in versioni lurex satinate e in varianti plissettate più bon ton. I più gettonati sono i modelli con stampa all-over)

 

 

 

  • gonne lunghe (Plissettate in raso, in canvas stampato oppure effetto pelle. Focalizzano l’attenzione sul punto vita con cinture, arricciature e drappeggi. Come variante, ci sono le gonne lunghe a palloncino, con motivi geometrici e multicolor a vivacizzare la forma)

 

 

 

 

  • gonna plissettata (La troviamo in forme midi sopra il ginocchio con fantasia multicolor, oppure in tessuti ricercati come il crepe impreziositi da motivi 3D audaci. L’ecopelle colorata dà carattere ai modelli sotto il ginocchio, ma non mancano motivi etnici decisi per chi ama lo stile boho chic)

 

 

 

 

  • gonna tulle (La troviamo in forme a trapezio con decorazioni bicolore e plissettature all-over, ma non mancano modelli in toni tenui come il rosa cipria da abbinare ai look da cocktail più eleganti. Per un tocco più sbarazzino, scegliamo modelli grintose in tulle e plumetis con stelle ricamate e trasparenze alla base)

 

 

 

 

  • gonnapantalone (Troviamo modelli ricercati a tinta unita o con stampe vivaci, dalle versioni in popeline dalla forma cropped ampia a quelle in tessuti di pregio come la georgette dalle linee più morbide. I pois danno un tocco retrò ricercato ai modelli lunghi, mentre le fantasie a fiori rendono più romantici quelli da sera e da cerimonia)

 

 

 

 

  • gonna di jeans (A trapezio, a tubino, con spacco frontale e persino con sottogonna in tulle. Ci sono quelle con bottoni e dettagli navy, mentre le gonne longuette in denim stretch propongono colorate impunture a righe dal tocco sporty chic brioso con bottoni sul davanti)

 

 

 

  • gonne anni ’50 (Rigorosamente a vita alta e rivestite da grafiche coloratissime. Vari sono i modelli: tartan, taffetà, oppure quelle a tulipano che restano larghe sui fianchi o, anche, modelli plissé)

 

 

 

 

  • gonne corte (In tweed, bouclé, o in tessuto armaturato. Ispirate a forme retrò raffinate, impreziosite da bottoni, fiocchi e dettagli in pizzo. Tornano in scena rouches e volants, a tinta unita o con stampa floreale)

 

 

 

 

  • gonna a tubino (A vita alta, con spacco laterale o frontale, con bottoni decorativi e ricami)

 

 

 

 

  • gonna in pizzo (Ritorna nelle classiche vesti nere con ricami all-over, ma soprattutto in toni delicati come il beige e il rosa cipria, con ricami floreali o di canottiglie e smerlature al fondo oppure con elegante peplum o baschina sul punto vita. Per un look sbarazzino, meglio in colori pastello come il verde menta e l’azzurro)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Maglie: impreziosite da piccoli ornament, ricami, perle e perline. Con importanti scollature. Décolleté, spalle e arco ascellare denudati. Righe o pois.