Crea sito

Dieta dei colori: 3 chili in meno, in una settimana

Dieta dei colori: perdi 3 chili in una settimana.

Approvata dall’ American Heart Association, prevede un menu’ di sei/sette giorni, assumendo alimenti di un determinato colore a seconda del giorno.

A ogni colore corrispondono dei determinati nutrienti, ad esempio vitamine e sali minerali, e apportano proprietà benefiche per il nostro organismo.

i colori possono avere effetti positivi anche sull’umore.

Il primo giorno comprende alimenti “del gruppo bianco”, ad esempio aglio, cipolla, cavolfiore, fagioli bianchi, finocchi, funghi, pere, mele, sedano. Aiutano la digestione e hanno proprietà depurative, capaci di regolare il colesterolo “cattivo”.

Il menù potrebbe essere:

colazione: un vasetto di yogurt magro oppure latte parzialmente scremato con fiocchi d’avena

spuntino di metà mattina: una banana, una mela o una pera

pranzo: riso bollito condito con un cucchiaio di olio extra vergine di oliva e associato a un contorno di cavolfiori oppure insalata di cavolfiore o finocchi con besciamella, un uovo sodo o una mozzarella, un panino

spuntino del pomeriggio: una banana, una mela o una pera

cena: pollo alla griglia con contorno di cipolle al vapore e una fetta di pane integrale oppure risotto ai funghi, merluzzo con un filo d’olio, gallette di riso

 

Il secondo giorno deve essere caratterizzato “dal colore rosso”: anguria, barbabietole, ribes, ciliegie, fragole, lamponi, melograno, pomodori, ravanelli. Facilitano la perdita di peso stimolando e aumentando il metabolismo.

Il menù potrebbe essere:

colazione: succo di pomodoro o melagrana, 3 fette biscottate con marmellata di fragole o lamponi

spuntino: ciliegie, fragole fresche, more rosse o lamponi

pranzo: pasta con ragù alla bolognese oppure risotto con radicchio rosso e pancetta, barbabietole condite con olio e aceto, un panino

spuntino: ciliegie, fragole fresche, more rosse o lamponi

cena: pollo ai ferri con ravanelli e un panino

Il terzo e quarto giorno sono caratterizzato da cibigialli – arancioni”: albicocche, ananas, papaya, arance, mandarini, cachi, carote, limoni, pesche, peperone, nespole, zucca. Proprietà diuretiche e contrastano la cellulite.

Il menù potrebbe essere:

colazione: centrifugato con 70% di carote con 25% di ananas e 5% di zenzero oppure 3 fette biscottate con marmellata di albicocca o pesca oppure tè giallo con qualche fetta biscottata integrale con del miele

spuntino: pesca, albicocche o cachi oppure un paio di fette d‘ananas

pranzo: risotto di zucca con speck oppure pasta con crema di peperoni e tonno, insalata di avocado, papaya e noci, gallette secche o crackers oppure una pannocchia di mais cotta con 150 grammi circa di tacchino alla piastra

spuntino: ananas, pesca o nespole

cena: melone e prosciutto crudo e frittata con patate e un panino oppure due fette di melone giallo e della sogliola condita con succo di limone e contorno di insalata di patate

 

Il quinto giorno prevede i cibi “blu /viola /neri”: fagioli neri, fichi, mirtilli, melanzane, more, riso nero di venere, soia nera, semi di papavero, prugne, uva nera. Potere sedativo e rilassante, calmano il senso di fame.

Il menù potrebbe essere:

colazione: succo di mirtilli, biscotti senza burro o integrali

spuntino: prugne, uva nera o fichi

pranzo: pasta con le melanzane e zuppa di cavolo viola e quinoa con arrosto di maiale in crosta di semi di papavero e sesamo e un panino

spuntino: prugne, uva nera o more

cena: zuppa di fagioli neri e polpo oppure riso nero di venere con gamberetti, patate viola al forno e un panino

 

Il sesto giorno comprende cibi “verdi”: avocado, cicoria, cime di rapa, insalate verdi, broccoli, bietole, cavoli, asparagi, carciofi, prezzemolo, rucola, basilico, menta, ortica, spinaci, zucchine, uva bianca, kiwi. Riducono l’appetito e prolungano il senso di sazietà durante la giornata.

Il menù potrebbe essere:

colazione: un centrifugato con una base del 60-80% di succo di sedano con 20-40% di succo di altre verdure a foglia verde a scelta tipo cavolo, crescione, cavolo verza, bietola, spinaci, rucola, lattuga romana, 3 biscotti senza burro oppure un centrifugato con un mazzetto di spinaci, un cetriolo, una mela verde, due gambi di sedano, 3 rametti di rosmarino, un cucchiaino di succo di limone e un cucchiaino di zenzero fresco e 3 fette biscottate

spuntino: kiwi, uva bianca

pranzo: pasta al pesto di rucola o risotto agli asparagi, tonno fresco cotto in crema di cavolo e un panino oppure pasta con le cime di rapa, involtini di cavolo verza e prosciutto e un panino

spuntino: kiwi, uva bianca

cena: spezzatino di manzo con carciofi e un panino oppure calamari con le fave, broccoli o bietole lessate e un panino

 

Il settimo giorno non ci sono vincoli e si può mangiare quello che si vuole. Ma, se volete restare nel tema dei colori, potreste fare “una domenica arcobaleno”:

colazione: a scelta dal menù dei Bianchi

spuntino: a scelta dal menù dei Rossi

pranzo: a scelta dal menù dei Verdi

spuntino: a scelta dal menù dei Giallo – Arancioni

cena: a scelta dal menù dei Blu – Viola – Neri