Crea sito

Carnevale in Spagna: maschere e luoghi magici

Carnevale in Spagna: magìa e divertimento.

Il Carnevale spagnolo ha una lunghissima tradizione popolare: le sue origini risalgono addirittura al Medioevo, ma ha la sua massima “fioritura” nel Risorgimento.

Si svolge tra i mesi di Febbraio e Marzo; le date variano a seconda dell’anno, generalmente nei giorni compresi tra il giovedì grasso e il mercoledì delle Ceneri, ovvero il primo giorno di Quaresima.

Umorismo, parodie e costumi sono le parole chiavi di questa festa.

La festa coinvolge molte città, da nord a sud del Paese. Il più importante, addirittura uno dei più importanti del mondo, è quello di Cadice (Cadiz), in Andalusia. Si svolge per due weekend consecutivi, anche se, in realtà, comincia già nel mese di Gennaio. E’ il Carnevale delle maschere, dei cori e delle tipiche “chigoritas”, ossia canzoni ironiche e critiche composte da diversi gruppi musicali che animano la città con i loro canti e recite. Nelle Canarie spiccano le feste di Las Palmas de Gran Canaria(qui la festa risale al xv secolo; si elegge la splendida Regina del Carnevale e la spettacolare Drag Queen del Carnevale; il palco viene allestito ogni anno nel Parque Santa Catalina, secondo il tema di quell’edizione specifica.Gli appuntamenti più importanti sono quelli della Gran Cabalgata, i Mogollones e l’Entierro de la Sardina, che chiude i festeggiamenti.), il Carnevale di Verin (conosciuto per le famose “farinadas”, battaglie di farina, o per la famosa figura mascherata del Cigarron), il Carnevale di Badajoz, Villarobledo,   La Bañeza,     Xizio de Limia (è il ciclo di carnevale più lungo di tutta la Spagna, dato che inizia il Domingo Fareleiro , ossia tre domeniche prima della Domenica di Carnevale e termina con la Domenica della Pignatta. Qui la sfilata di carrozze e comparse viene capeggiata da un gruppo di personaggi in maschera tipici chiamati “pantallas” abbigliati con una cintura con sonagli. Sono i personaggi di cui le persone indossano i costumi e sono le autentiche stelle di questa celebrazione. Il martedì del Carnevale è il giorno più importante.) , Toro, Miguelturra, Herencia o La Vijanera.

Molto conosciuto è anche il Carnevale di Águilas (Murcia). È una festa ricca di colore, con molteplici sfilate e concorsi con maschere spettacolari a far da protagoniste. E’ famoso soprattutto per  due tradizioni: da un lato il lancio dei gusci (uova riempite con carta) e dall’altro la “cuerva”, una bevanda che molti descrivono come la pozione magica che risveglia lo spirito del carnevale.

Anche in Catalogna è molto sentito il Carnevale: durante il Carnevale di Barcellona si animano i quartieri con tante feste pubbliche e private che terminano con il tradizionale Enterrament de la Sardina, ovvero la sepoltura della sardina. Qualche giorno prima, nell’ultima domenica di Carnevale, la battaglia di palloncini e coriandoli arancioni (la Taronjada) infiamma il quartiere Ribera.

A sud di Barcellona, lungo la costa catalana, si festeggia il Carnevale di Stiges, famoso per due parate particolari,la Rua de la Disbauxa e la Rua de l’ Extermini, che si svolgono rispettivamente l’ultima domenica di Carnevale e il martedì grasso.